Bonus Gomme 2022: la guida completa

Si parla sempre più spesso, negli ultimi tempi, di Bonus Gomme, ma di cosa si tratta esattamente? Chi può usufruire di tale incentivo, e in che modalità?

Scopriamo quello che c’è da sapere.

Come funziona il Bonus Gomme?

Bonus GommeSe ci si chiede come funziona il Bonus Gomme bisogna sottolineare anzitutto che non è ancora attivo, né vi è nulla di ufficiale: ad oggi infatti quest’incentivo è tra gli emendamenti del Decreto Energia, il quale sarà oggetto di discussione da parte della Camera e potrebbe essere convertito in legge entro il 30 aprile 2022.

In caso di esito positivo, dopo tale data avverrà l’adozione del decreto attuativo in cui verranno definite lo modalità di fruizione dell’incentivo; per il momento, dunque, quelle a riguardo sono solo delle indiscrezioni, ma come detto non bisognerà attendere molto per avere delle notizie ufficiali.

Perché un Bonus Gomme?

Il fatto che il Bonus Gomme figuri tra gli emendamenti del Decreto Energia lascia intuire per quale ragione ci sono ottime possibilità che tale incentivo possa essere approvato.

Installare sul proprio veicolo degli pneumatici di qualità, infatti, significa ridurre i consumi, di conseguenza l’ambiente trarrebbe senz’altro giovamento da una misura di questo tipo.

Oltre a questo, ovviamente, un incentivo di questo tipo sarebbe un prezioso aiuto economico per i cittadini italiani, i quali stanno vivendo un periodo molto critico a causa dei molteplici rincari che si sono registrati negli ultimi tempi e che hanno riguardato in particolar modo le utenze energetiche e i carburanti.

Sostituire periodicamente gli pneumatici è fondamentale per guidare in sicurezza, non ci sono dubbi, ma è una spesa importante che non tutti, purtroppo, possono permettersi.

Quali requisiti prevede il Bonus Gomme?

Dal momento che la finalità primaria del Bonus Gomme sarebbe quella di proteggere l’ambiente e ottimizzare i consumi energetici, ci sono ben pochi dubbi sul fatto che il bonus potrebbe essere fruibile solo per l’installazione di determinate tipologie di pneumatico; nello specifico, si dovrebbero necessariamente acquistare delle gomme appartenenti alle classi A e B.

Per chi non lo sapesse, è recentemente entrato in vigore in tutta Europa un nuovo sistema di etichettatura distinto in 3 parametri, ovvero resistenza al rotolamento (dato che influisce in modo diretto sui consumi di carburante), frenata sul bagnato e rumorosità.

Le classi relative alla resistenza al rotolamento sono 6, dalla A alla G, e affinché l’acquisto possa essere coperto dall’incentivo statale si dovrebbe appunto optare per modelli di classe A o B.

 

A quanto ammonta il Bonus Gomme?

Anche per quel che riguarda l’ammontare del bonus non possono esserci, al momento, delle notizie ufficiali. Tuttavia sembra che il Bonus Gomme dovrebbe consistere in uno sconto di 200 euro per l’acquisto di un set di gomme completo.

L’incentivo sarebbe fruibile solo una volta per singolo contribuente e non per singolo veicolo.

Chi può richiedere il Bonus Gomme?

Per il momento, non sembra che saranno necessari specifici requisiti per poter usufruire del Bonus Gomme, dunque non va considerato alcun limite ISEE o analoghi parametri.

Lo Stato stanzierebbe per tale bonus 20 milioni di euro, dunque il finanziamento sarebbe disponibile fino all’esaurimento di tali risorse; resta dunque un punto interrogativo su quali criteri verrebbero adottati, anche in considerazione del fatto che un incentivo come questo riscontrerebbe senz’altro un enorme interesse.

Come ottenere il Bonus Gomme?

Anche se, come detto, non c’è ancora nulla di ufficiale, sembra che, se il Bonus Gomme dovesse divenire realtà, la sua fruizione sarà molto semplice.

Non sarebbero previste delle procedure particolari: lo sconto vien applicato direttamente al momento dell’acquisto commerciante e il venditore potrà successivamente recuperare dallo Stato le somme dovute.

Quando arriva il Bonus Gomme?

Come detto, al 30 aprile 2022 si saprà se l’emendamento relativo al Bonus Gomme sarà convertito in legge o meno, dopodiché, in caso affermativo, avverrà l’adozione decreto attuativo, dunque ci sono dei tempi tecnici che dovranno essere rispettati.

Con ogni probabilità, dunque, se questo progetto andrà in porto non sarà disponibile nell’immediato. Molto probabilmente si dovranno attendere alcuni mesi, o magari potrebbe iniziare ad essere disponibile in autunno, un periodo dell’anno in cui il cambio delle gomme è particolarmente importante.

Considerazioni finali

Il Bonus Gomme potrebbe essere davvero un’ottima opportunità per tantissimi automobilisti, e l’introduzione di un incentivo come questo sarebbe assolutamente opportuna. Tantissimi italiani infatti guidano veicoli i cui pneumatici non sono affatto in buone condizioni.

I vantaggi di una misura come questa, d’altronde, sarebbero molteplici: ne gioverebbe la sicurezza degli automobilisti, anzitutto, gli si darebbe un aiuto economico prezioso in un periodo molto difficile e la riduzione dei consumi sarebbe utilissima anche a livello ambientale.

Non resta che attendere, dunque, per scoprire se quest’inedito bonus diverrà realtà.

Riteniamo improbabile che il bonus sarà effettivamente di 200€. E’ più ragionevole che sarà un importo pari a una percentuale del prezzo delle gomme, fino ad un massimo di 200€. Staremo a vedere…

Che aspetti? Prova il nostro comparatore prezzi di pneumatici!

05 Aprile 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *