Quando cambiare gli pneumatici e come misurare l’usura?

Con l’arrivo della primavera si comincia a pensare alla sostituzione delle gomme per auto. Ecco alcuni metodi pratici per verificare l’integrità degli pneumatici.

Per garantire la sicurezza in ambito stradale è buona norma verificare lo stato di salute dei propri pneumatici senza attendere il raggiungimento limite per sostituirli.

Il battistrada delle gomme per auto è la parte che poggia direttamente e continuamente sul manto stradale: dalla sua corretta manutenzione dipende l’aderenza del veicolo sull’asfalto e la sicurezza per il conducente e i passeggeri.

Come verificare l’usura delle gomme

Per iniziare il controllo dello stato dei vostri pneumatici, il consiglio è quello di parcheggiare su una superficie piana dove sia possibile avere una buona visuale del battistrada ruotando lo sterzo fino a metà corsa a destra o a sinistra.

verificare usura gomme

Strumenti e metodi

Di seguito vi suggeriamo 3 pratici metodi per misurare l’usura dei vostri pneumatici:

  • Uno degli strumenti più utili per stabilire lo spessore del battistrada è rappresentato da un comune profondimetro (detto anche calibro di profondità): lo spessore del battistrada non deve mai essere inferiore a 1,6 mm, limite oltre il quale è indispensabile e obbligatorio per legge effettuare la sostituzione della gomma in uso.
  • Oltre al profondimetro, un altro strumento utile a valutare l’usura di un pneumatico è un piccolo tassello di gomma posto solitamente al centro della principale scanalatura: quando il battistrada dello pneumatico raggiunge il livello di questo minuscolo tassello significa che lo spessore è uguale o inferiore alla suddetta misura di 1,6mm e quindi che, anche in questo caso, lo pneumatico deve essere immediatamente sostituito.
  • Un altro metodo, casalingo e senza dubbio meno preciso, per valutare lo spessore del vostro pneumatico, consiste nell’utilizzare una moneta inserendola nelle scanalature che compongono il battistrada.
    Nel caso degli pneumatici estivi si può utilizzare una moneta da 1 euro: se le stelle sul bordo della moneta sono visibili, significa che lo spessore del vostro pneumatico è inferiore alla misura legalmente valida per la circolazione.
    Nel caso di una gomma invernale, invece, si può utilizzare una moneta da 2 euro: se il bordo argentato rimane fuori dalla scanalatura del battistrada, lo pneumatico ha raggiunto il suo spessore minimo.

Controllate l’integrità del battistrada

Per prolungare la vita delle gomme per auto è importante osservare il battistrada. Ogni 10.000 km è buona norma recarsi dal gommista per praticare l’inversione degli pneumatici sostituendo quelli anteriori con quelli posteriori; inoltre, occorre misurare costantemente la pressione dei propri pneumatici per evitare un’usura prematura sui lati (pressione troppo bassa) o sulla parte centrale (pressione troppo alta).

Non è un caso che negli ultimi anni molti sforzi siano stati impiegati per sviluppare le tecnologie più adatte per misurare la “salute” di uno pneumatico in tempo reale.

Secondo i dati e le stime delle case automobilistiche, infatti, oltre il 20% degli incidenti stradali sono in qualche modo legati all’usura degli pneumatici: 3 incidenti su 4, in particolare, sono causati dallo scorretto gonfiaggio di uno pneumatico.

Una gomma al di sotto o al di sopra dei parametri di pressione corretti influisce negativamente su tenuta di strada, aderenza e traiettoria di frenata.

Visitate il nostro sito per una selezione dei migliori pneumatici al prezzo più conveniente.

15 Gennaio 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *