Pressione pneumatici: tenerla su livelli ottimali fa risparmiare 83€ l’anno

Manutenere correttamente i pneumatici è importantissimo, questo è noto, e un semplice controllo di routine quale quello della pressione è utile non solo sul piano della sicurezza, ma anche a livello economico.

Uno studio effettuato da Federpneus, Associazione Nazionale dei Rivenditori Autorizzati di Pneumatici, ha messo in evidenza che mantenere la pressione dei pneumatici su livelli idonei consente all’automobilista di risparmiare ben 83 euro l’anno, ovviamente a parità di utilizzo della vettura.

Perché le gomme ben gonfie fanno risparmiare?

Se la pressione interna della gomma è scarsa, infatti, aumenta la sua resistenza al rotolamento. Ciò significa che il motore deve fare una fatica maggiore per movimentare il mezzo richiedendo così un consumo di carburante più elevato.

Secondo un documento ufficiale della Commissione Europea una pressione troppo bassa comporterebbe un aumento dei consumi di carburante del 4%. Ipotizzando che con un litro di carburante si possono percorrere mediamente 12 Km e stimando una percorrenza annua media di 15.000 Km, 83 euro è appunto la cifra che un automobilista può risparmiare semplicemente guidando con delle ruote ben gonfie.

Il risparmio economico è in realtà ancor più elevato, dal momento che utilizzare dei pneumatici non sufficientemente gonfi comporta una riduzione della loro durata, dunque in questo modo la necessità di sostituirli viene a presentarsi più rapidamente.

Altre importanti ragioni per controllare la pressione dei pneumatici

Federpneus mette in evidenza anche il fatto che guidare un’auto i cui pneumatici hanno una pressione insufficiente implica anche l’emissione di maggiori quantità di CO2 nell’atmosfera: nell’arco di un anno, dunque, dei pneumatici sempre ben gonfi sanno far risparmiare non solo 83 euro, ma anche 120 Kg di anidride carbonica.

Tenere sempre sotto controllo la pressione dei pneumatici è quindi un qualcosa di molto importante sul piano della sicurezza, del risparmio e dell’ecosostenibilità, dunque ci sono tanti validi motivi per acquisire quest’abitudine virtuosa e responsabile.

Ma ogni quanto va controllata la pressione? Secondo gli esperti, l’ideale sarebbe eseguirla una volta al mese, rigorosamente a freddo, nonché prima di qualsiasi lungo viaggio.

13 Maggio 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *