Come intendere correttamente il DOT? I chiarimenti di Nokian

Il DOT è un piccolo codice posizionato sul fianco del pneumatico il quale indica l’età della gomma. Se ancora non lo sai, abbiamo preparato una guida su come si legge il DOT nelle gomme.

La presenza di quest’indicatore è divenuta piuttosto nota agli automobilisti solo da alcuni anni. Tuttavia non è raro che dalla sua consultazione si traggano delle implicazioni non propriamente corrette: in troppe occasioni, dunque, avviene che un pneumatico notevolmente usurato venga considerato ancora “giovane” o che, al contrario, delle gomme in buone condizioni vengano reputate vecchie.

Qual è, dunque, il modo più corretto di intendere il DOT?

I chiarimenti di Nokian Tyres

Delle specificazioni molto interessanti riguardanti il DOT sono state fornite da Nokian Tyres, uno dei brand produttori di pneumatici più noti a livello nazionale.

Anzitutto, Nokian precisa che il ciclo di vita ottimale di un pneumatico è di 6 anni, mentre 10 anni dovrebbe invece essere considerato il lasso temporale massimo di utilizzo.

Il produttore finlandese specifica anche che il processo di invecchiamento di un pneumatico ha inizio nel momento in cui inizia ad essere utilizzato, non in corrispondenza della data di produzione. A tale riguardo viene sottolineato il fatto che un pneumatico immagazzinato in modo ottimale può mantenersi come nuovo fino ad un massimo di 3 anni dalla sua realizzazione.

Un altro aspetto molto importante è inoltre il seguente: l’aderenza sul ghiaccio di un pneumatico non diminuisce in modo progressivo, infatti quella di un pneumatico di 3 anni risulta pari a quella di un modello nuovo. Quest’ultima considerazione si basa su quanto emerso dai test indipendenti svolti dall’istituto nazione svedese.

27 Febbraio 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *