Come rodare le gomme nuove della moto

Hai appena montato le gomme nuove sulla tua moto? Fermati un attimo e leggi questa breve guida per scoprire come comportarsi per rodare e rendere sicuri gli pneumatici nuovi della tua moto.

Le gomme nuove sono pericolose?

Non è corretto dire che le gomme nuove di una moto sono pericolose. Sono molto più pericolose, per ragioni ovvie, le gomme usurate o vecchie, che non assicurano più una buona aderenza sulla strada e per questo vanno cambiate con la massima urgenza.
Le gomme nuove sono semplicemente da rodare: è necessario infatti un livello minimo di usura per far sì che lo pneumatico funzioni bene in qualsiasi condizione di viaggio e metta in sicurezza i passeggeri della moto.

Come rodare le gomme nuove

Il rodaggio delle gomme nuove di una moto dipende da svariati fattori. Ciò che va “eliminato” durante il rodaggio delle gomme nuove, è il lubrificante che spesso viene utilizzato per la sformatura del pneumatico nuovo: è un prodotto denominato “cera distaccante”, che rende la gomma così lucida e altrettanto scivolosa.
Il rodaggio della gomma della moto deve avvenire lentamente, per il tempo necessario affinché con l’usura venga eliminata la cera distaccante dalla superficie della gomma della moto. Questa operazione dura per qualche decina di chilometri.
Anche se in presenza di uno pneumatico nuovo, è bene controllare sempre il gonfiaggio e la pressione della gomma della moto per guidare in sicurezza.

Cosa non fare con la moto nuova

Quando si è alle prese con le gomme nuove della moto, bisogna guidare come si farebbe in presenza di una superficie pericolosa, scivolosa per esempio. Si devono quindi evitare frenate brusche o manovre azzardate; si suggerisce un andamento lento e tranquillo, in modo da controllare bene il mezzo e affrontare con prontezza situazioni pericolose.

Cosa si legge nei forum

In molti blog di motociclisti compare di frequente la domanda su ‘come togliere la cera dai pneumatici nuovi’:

  • quale modalità è più sicura per rimuoverla?
  • Quanti km devono essere fatti prima che le gomme possano dare una certa sicurezza?
  • Come si fa a sapere se è stata effettivamente rimossa e quindi si possono fare le curve senza rischiare che le gomme scivolino?

La prima precisazione da fare è questa: La cera non è soltanto quel che si vede in superficie ma anche quella che penetra nella mescola per alcuni micron.

La seconda riguarda diversi metodi ‘artigianali’ suggeriti per rimuoverla: alcuni consigliano l’uso della carta abrasiva, altri il lavaggio con della semplice acqua mescolata a del sapone, addirittura c’è chi per togliere la cera dalle gomme la fa sciogliere utilizzando un accendino, ma gradualmente per non farla indurire.

Si tratta, in realtà, di una serie di metodi poco certi e quasi mai raccomandati.

Quando ci troviamo di fronte a degli pneumatici cerati, l’unica cosa da fare è avere un po’ di pazienza, percorrere fra 50 /100 km, piano, inclinando la moto da 25° fino a 55° , fino ad arrivare al limite. Solo così la cera verrà via, e non rischierete di incorrere in problemi collaterali.

Sarà l’asfalto che funzionerà da mezzo ‘abrasivo naturale ’e avrete raggiunto la ‘comfort zone’ quando la gomma avrà perso la patina lucida.

20 Gennaio 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *